News dal mondo immobiliare

Check out market updates

Perizia giurata: cos’è?

Perizia giurata: cos’è?

sulenza di parte: cos’è e che valore ha? A cosa serve una perizia giurata? Se il professionista giura il falso commette reato?

A volte non basta munirsi di un avvocato per intraprendere una causa, poiché ci sono nozioni e competenze che un legale non può avere; pensa ad esempio a un giudizio avente ad oggetto la realizzazione di determinati lavori su un immobile: la quantificazione dell’importo potrebbe essere effettuata solamente da un tecnico, tipo un geometra o un ingegnere. Oppure, pensa al giudizio intrapreso contro l’assicurazione per ottenere il risarcimento dei danni fisici derivanti da un incidente stradale: è fondamentale l’intervento di un medico legale per determinare il danno biologico. In tutti questi casi, il consulente di parte scelto è chiamato a redigere una propria perizia; con questo articolo affronteremo proprio questo argomento e, nello specifico, vedremo cos’è una perizia giurata.

Più nel dettaglio, ci soffermeremo sulle differenze che intercorrono tra perizia semplice e perizia giurata; inoltre, vedremo quali sono le conseguenze nel caso di perizia falsa. Se il tema è di tuo interesse, ti invito a proseguire nella lettura: ti basteranno solamente cinque minuti per capire cos’è una perizia giurata.

Indice

1 Cos’è la perizia?
2 Quando si ricorre alla perizia?
3 Cos’è la perizia giurata?
4 Perizia giurata: come funziona?
5 Perizia giurata: a cosa serve?
6 Perizia giurata: il falso è reato?

Cos’è la perizia?

La perizia è un’analisi svolta da una persona particolarmente qualificata in un determinato campo: pensa alla perizia di un medico, a quella di un agronomo oppure a quella di un ingegnere.

Possiamo, dunque, definire la perizia come lo studio svolto da un professionista del settore al fine di rispondere a una o più domande poste da colui che gli ha affidato l’incarico.

Tizio incarica il suo geometra affinché gli fornisca una stima del terreno che possiede in una zona rurale. Il professionista dovrà, dunque, preparare un elaborato scritto in cui esamina tutti gli aspetti rilevanti del fondo (destinazione, colture presenti, estensione, ecc.) al fine di fornire la risposta al quesito che gli è stato posto, cioè al fine di determinare il valore dell’immobile.

Quando si ricorre alla perizia?

Si ricorre alla perizia ogni volta che occorre il parere di un esperto. Il più delle volte, il conferimento dell’incarico al perito serve per dirimere, anche stragiudizialmente, una controversia sorta tra due o più parti.

Tizio e Caio, proprietari di terreni limitrofi, non sanno più qual è il confine esatto dei due fondi. Conferiscono incarico a un tecnico affinché, dallo studio delle mappe catastali, individui il confine esatto e apponga dei paletti che delimitino definitivamente i fondi.

Sempre più spesso una consulenza di parte è chiesta in vista di un contenzioso giudiziario: in questo caso, la perizia serve a meglio precisare le proprie ragioni e a quantificare il valore della causa.

Mevio, a seguito di incidente stradale, ha riportato una grave lesione alla gamba. L’assicurazione gli liquida solamente una parte di ciò che gli spetterebbe. Decide, pertanto, di fare causa alla compagnia assicurativa sulla scorta di una perizia medico-legale di parte che quantifica il risarcimento spettantegli.

Cos’è la perizia giurata?

Siamo pronti a spiegare cos’è una perizia giurata. La perizia giurata è una dichiarazione avvalorata da un giuramento reso dinnanzi al cancelliere di un ufficio giudiziario o ad un notaio.

Al pari di una perizia semplice, dunque, anche la perizia giurata è un’analisi effettuata da un professionista specializzato; la caratteristica principale della perizia giurata, però, è che essa è avvalorata dal giuramento di «aver bene e fedelmente adempiuto all’incarico affidato al solo scopo di far conoscere la verità», giuramento che è prestato davanti a un pubblico ufficiale, cioè il cancelliere del tribunale (o del giudice di pace) o il notaio.
Perizia giurata: come funziona?

Se il professionista che ha redatto la perizia vuole effettuare il giuramento deve recarsi presso la cancelleria del tribunale o del giudice di pace, ovvero innanzi al notaio, portare con sé la propria perizia e dichiarare di aver adempiuto bene e fedelmente all’incarico conferitogli.

Il cancelliere identifica il dichiarante, riceve il giuramento, redige il verbale in calce alla perizia e registra l’atto, apponendo le marche da bollo necessarie (una marca da 16,00 euro ogni quattro pagine e una da 3,87 euro per diritti di cancelleria). Questa operazione consente, peraltro, di fornire una data certa alla perizia.
Perizia giurata: a cosa serve?

Alla perizia giurata, poiché resa con particolari formalità, viene riconosciuta maggiore attendibilità e quindi più valenza probatoria, sia in sede stragiudiziale che processuale.

Nonostante il giuramento, la perizia giurata non costituisce comunque prova certa di ciò che in essa v’è scritto: in quanto atto di parte, il giudice potrà discostarsi da quanto affermato nella perizia giurata, ritenendola non attendibile e preferendo ad essa la perizia del consulente tecnico d’ufficio (ctu) nominato in udienza.

Va anche detto che la perizia giurata assume un particolare valore perché il giuramento falso prestato innanzi al cancelliere può integrare gli estremi del reato. Nel prossimo paragrafo ti spiegherò perché.
Perizia giurata: il falso è reato?

Di norma, il professionista di parte che ha redatto una perizia non veritiera non incorre in alcun illecito: per giurisprudenza pacifica [1], le perizie di parte costituiscono mere allegazioni difensive. Insomma: se incarichi un tecnico di farti una consulenza al di fuori del giudizio, il suo scritto è equiparabile a quello del tuo avvocato, essendo entrambi di parte.

Lo stesso discorso vale per la perizia giurata? Cosa succede a chi redige una perizia giurata falsa?

Sempronio, ingegnere, è incaricato da Tizio di redigere una perizia che fornisca una stima del valore dei suoi immobili. Sempronio, per favorire Tizio, gonfia il valore degli immobili e dichiara che essi valgono un milione di euro; dopodiché, si reca dal cancelliere per giurare sulla sua perizia.

Ebbene, devi sapere che il professionista che redige una perizia giurata falsa commette reato e, per la precisione, il reato di falso ideologico: secondo la legge [2], chiunque attesta falsamente al pubblico ufficiale, in un atto pubblico, fatti dei quali l’atto è destinato a provare la verità, è punito con la reclusione fino a due anni.

Dunque, il professionista che giura sulla sua perizia deve essere assolutamente certo di aver detto il vero, pena il reato di falso ideologico [3].

Peraltro, secondo la giurisprudenza [4], si configura il reato di falso anche nel caso in cui la perizia giurata non venga poi utilizzata, ad esempio perché divenuta inutile.

 

 

Autore: Mariano Acquaviva